Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione. ACCETTO LEGGI
ACCEDI / ESCI
https://www.umbriaverde.it/

Patata

FORMATI

CONFEZIONE

cassetta

COSTO DELLA CONFEZIONE

1.00€

Prodotto non disponibile.

Acquista


Il costo della spedizione è incluso!

Prodotto non disponibile.

SCHEDA TECNICA Patata

Caratteristiche nutrizionali Patata

Le patate sono tuberi derivati dalla specie Solanum tuberosum. Contengono potassio, vitamina C (27mg ca.) e carboidrati (sotto forma di amidi), e sono ottime per contrastare il diabete, disinfiammanti e molto energetiche.

Le patate sono ricche di vitamina C, efficace nel limitare i danni causati dai radicali liberi, molecole di ossigeno nocive per i tessuti organici.

Inoltre, la presenza di potassio le rende un ottimo aiuto contro l’ipertensione.

Spesso, le patate vengono escluse dalle diete a basso indice glicemico (o ne viene limitata la consumazione) poichè è considerato un alimento con alta quantità di glucidi, tenendo presente però che questi dati posso variare in base alle diverse tipologie del tubero e dalla preparazione alla sua consumazione.

Classificazione

• I° categoria (di buona qualità): con caratteristiche tipiche della varietà. Sono ammessi leggeri difetti di forma, di sviluppo, di colorazione, e leggerissime cicatrici da raccolta.

II° categoria (con caratteristiche qualitative di minima). Le patate possono presentare difetti di forma, di colorazione, di sviluppo, screpolature cicatrizzate purché questi non pregiudichino le caratteristiche essenziali di qualità e di presentazione.

Storia

La patata ha i suoi centri d’origine in Perù, Bolivia, e Messico dove veniva coltivata fin dia tempi della civiltà azteca e incaica. Colombo nei suoi viaggi oltremare non incontrò personalmente la patata. Venne invece scoperta dagli spagnoli di Pizarro, sulla Cordigliera Andina, solo a metà Cinquecento. I primi europei che la degustarono ne rassomigliavano il gusto a quello della castagna. All’inizio il suo nome era “papa”, ma in Europa venne chiamata “patata” perché confusa con la patata dolce delle area tropicali americane.

Nella seconda parte del XVI sec. le patate giunsero in Italia grazie ai padri Carmelitani scalzi, i quali secondo un cronista dell’epoca insegnarono come dovevano essere coltivate e raccolte, consigliando inoltre: “si mangino in fette, a guisa di tartufi e di funghi, fritte ed impanate, o nel tegame con agresto…”. Inopportunamente molti mangiavano non i tuberi ma le foglie e i frutti velenosi (contengono solanina), con conseguenti intossicazioni. Le patate conquistarono così una fama negativa, malgrado gli sforzi dei botanici di tutta Europa.

Utilizzo in cucina

La patata è un tubero. Ha forma irregolare o tondeggiante, la buccia ruvida e la polpa soda nelle patate a pasta gialla e farinosa nelle patate a pasta bianca. Definito il "cibo dei poveri", è un alimento perfetto perchè facile da coltivare, conservare e mangiare. Ne esistono migliaia di varietà ed è il 4° alimento più diffuso al mondo. È inoltre una pianta medicinale, contro le nevralgie, utile per vari rimedi casalinghi per togliere macchie, grasso, odore di sudore e persino contro la nausea della gravidanza. Dal punto di vista nutrizionale le patate sono conosciute principalmente per l’alto contenuto in carboidrati, presenti principalmente sotto forma di amidi. Lessa con poco sale è in grado di sostituire il pane per chi ha problemi di linea.
I modi più comuni di utilizzarle sono: Purè, cotte intere al forno, bollite o cotte al vapore, tagliate in cilindri, a julienne (foto a destra) o in dischi e poi fritte; a cubetti e cotte al forno; cotte in casseruola e condite con salse dense. Inoltre possono essere usate per fare röst, focacce e gnocchi. Tagliate in pezzi, le patate sono un ingrediente comunemente usato nello spezzatino.

Scopri le nostre RICETTE!

Conservazione

Ambiente areato. Il ricircolo d’aria è fondamentale per la conservazione della patata, perché previene la formazione di muffe e marciumi.

Tenere le patate all’ombra. Le patate temono la luce, che fa diventare verdi i tuberi. Il verde è clorofilla, indica un’esposizione del tubero al sole o ad altra fonte di luce, dove ci sono queste chiazze si è formata la solanina, una tossina naturale che concentrata rende non commestibile il tubero. Se notate chiazze verdi dovete tagliare la parte di patata interessata.

LA NOSTRA POLITICA SULLA QUALITA'

Caratteristiche del prodotto

Le patate devono essere:

• intere;

• di aspetto fresco;

• sane (sono esclusi i prodotti affetti da marciume o che presentano alterazioni tali da renderli inadatti al consumo);

• pulite (prive di sostanze estranee visibili);

• prive di umidità esterna anormale;

• prive di odore e/o sapore estranei.

• esenti da germogli.

OGM-FREE

Il prodotto è OGM-FREE (assenza di organismi geneticamente modificati), è conforme alla Dir. CE 2003/89 del 10-11-03 e successivi aggiornamenti in merito agli allergeni.

Imballo ed Etichettatura

Su ciascuna cassetta sono riportate le seguenti indicazioni a mezzo di etichetta aderente e visibile:

1. denominazione del prodotto varietà e tipo commerciale,

2. categoria,

3. paese di origine ed eventualmente zona di produzione, denominazione nazionale regionale o locale,

4. indirizzo del fornitore (nominativo e indirizzo dell’azienda o dello stabilimento di produzione),

5. lotto di produzione(ove necessario).

Lavorazione e confezionamento

Sfusi: in cassa o bins.

Confezionati: in sacchi o rete.

Calibro

Non vi è un calibro preciso

VARIETA'

Patata

NOME BOTANICO

Solanum tuberosum

PROVENIENZA

Umbria / Perugia / Media Valle del Tevere

TIPOLOGIA COLTIVAZIONE

campo aperto

OGM-FREE

Conforme alla Dir. CE 256/85

FORMATI

CONFEZIONE

cassetta

COSTO DELLA CONFEZIONE

1.00€

Prodotto non disponibile.

Acquista


Il costo della spedizione è incluso!

Prodotto non disponibile.

Altri prodotti